?>

Sardegna, tra il rosso delle rocce e l’azzurro del mare

Sono pochi i posti al mondo che possono vantare la straordinaria spettacolarità che offre la natura in Sardegna. Si resta rapiti dall’intensità dei colori che vanno dal rosso delle rocce, al verde intenso della macchia mediterranea, all’azzurro di un mare immenso e cristallino. D’altra parte se la Sardegna è diventata la meta preferita da tanti turisti, qualche motivo dovrà pur esserci. Il suo mare è, senza ombra di dubbio, tra i più trasparenti del mondo. L’aspetto ancora selvaggio e incontaminato che l’isola conserva, rende preziose le sue spiagge e le sue coste che agli occhi del visitatore appaiono di una bellezza paradisiaca.

 

saredegna rocce rosse

Il mare della Sardegna, la costa Nord-Orientale

A Nord della Sardegna troviamo la Costa Smeralda in cui a farla da padrone sono il divertimento e la mondanità. Intorno a Stintino l’acqua del mare assume colori spettacolari e il litorale offre uno spettacolo mozzafiato. Nella costa Nord Orientale dell’isola, si srotolano chilometri di spiagge in cui la sabbia è finissima e candida. Qui il mare è di una trasparenza commovente. In questo versante troviamo anche Arbatax, frazione del comune di Tortolì in provincia di Nuoro, sede di porto. Arbatax è un colorato borgo marinaro incastrato nelle suggestive Rocce Rosse Grandi, le scogliere di Porfido rosso che emergono dal mare e regalano uno scenario di incomparabile incanto. Anche Villasimius, provincia di Cagliari, si trova nella parte orientale dell’isola, ma più a Sud. Anche questa località è nota per il suo magnifico mare. Le spiagge, una fra tutte e Porto Giunco sono bianchissime e l’acqua è cristallina. Villasimius ha un patrimonio ambientale imponente e unico, tanto che l’Area Marina Protetta di Capo Carbonara lo ha messo sotto la sua tutela.

 

Sardegna, il fascino della costa Sud-Occidentale

Ma è la costa Sud-Occidentale che svela la vera natura della Sardegna. Qui la costa conserva intatta la sua bellezza selvaggia, le spiagge ampie e sabbiose, si affacciano su baie che si alternano a verdi promontori, rocce rosse, insenature e torri spagnole. E’ da questa parte dell’isola che si trova il Sulcis Iglesiente, la regione delle miniere abbandonate, ossia la Sardegna più vera e tanto diversa dalla modaiola Costa Smeralda. E’ qui che il ferro colora di rosso la terra. E’ qui che incontri villaggi che portano il nome della prima famiglia che si stabilì in quel luogo. Così non lontano dal litorale Masainas, troviamo Is Solinas, “i Solinas”, località che ospita Sa Salina, una spiaggia formata da una sabbia sottile il cui colore tocca tutte le sfumature di grigio. L’acqua qui tende al celeste ed è limpidissima. Il fondale, che diventa profondo lentamente, fa di Sa Salina una spiaggia molto adatta anche ai bambini.

nautica sardegna chia

 

Chia, la più bella d’Italia

Percorrendo la costa Sud-Occidentale, si arriva a Chia che, secondo la Guida Blu 2016 di Legambiente e Touring Club Italiano, è la spiaggia più bella d’Italia. Scelta su 300 località di mare Chia si è aggiudicata l’ambito titolo e le cinque vele. Qui le dune bianchissime della spiaggia sono disegnate dal vento. Alle spalle della spiaggia c’è uno stagno popolato da stupendi fenicotteri rosa e una torre spagnola del 1600 che domina l’intero paesaggio. Chia fa parte della zona costiera del comune di Domus de Maria, una zona resa suggestiva non solo dalle sue spiagge favolose, ma anche dalle tante calette, dai lunghi arenili di sabbia candida e da un mare le cui sfumature vanno dal blu intenso al verde smeraldo.

Le spiagge di Chia sono tutte degne di menzione, noi qui ne ricordiamo almeno sette:

 

  1. Tuerredda, con le sue acque dalle sfumature indimenticabili e la sua lingua di sabbia bianchissima che si getta nel mare;
  2. Dune Campana. Si tratta della spiaggia del “Chia Laguna Resort”, il più grande e lussuoso Hotel di Chia, famosa per le sue altissime dune naturali;
  3. Su Giudeu. Questa è considerata la laguna di Chia con i fenicotteri rosa vista dalla piscina Bioaquam del Chia Laguna Resort;
  4. Cala Cipolla è una caletta molto piccola la cui spiaggia è formata da sabbia finissima. Il mare è turchese intorno è circondata d pini e ginepri;
  5. Sa Colonia è una spiaggia che si estende dal promontorio della torre per circa un chilometro verso il monte Cogoni. E’ caratterizzata dalla presenza di piccole dune e da uno stagno nella parte orientale.
  6. Cala del Morto è senza dubbio una delle cale più affascinati di Chia: sabbia sottile e dorata incorniciata dal rosa delle rocce di granito che ha questo particolare e gentile colore.
  7. Isula Manna è una spiaggia molto selvaggia formata da una lingua di sabbia che collega il mare all’isola.

 

 

sardegna sant antioco

Sant’Antioco e Carloforte

Proseguendo sempre verso ovest, si incontrano due isole magnifiche: Sant’Antioco e Carloforte.

La prima è legata alla Sardegna da un istmo artificiale, sulla seconda invece si arriva agevolmente con un traghetto che parte da Calasetta. A Carloforte piccola isola bisogna andare per verificare quanto qui si va affermando. Infatti, per chi non conosce Carlofortre, può risultare difficile comprendere che si ha la sensazione di essere proiettati in Liguria. Dalla lingua parlata, ai nomi delle vie e l’architettura del borgo, di chiara matrice ligure, sono il frutto di una colonizzazione durata secoli. Da Carloforte ci si può imbarcare per Portoscuso e, procedendo verso nord fino ad arrivare a Nebida. Qui ai nostri occhi si apre un altro panorama da sogno: dal fronte a noi, in mezzo al mare, si erge il maestoso faraglione di Pan di Zucchero. Poco lontano troviamo Laveria Lamarmora, un raro esempio di architettura industriale che si affaccia sul mare.  Ancora un po’ più a Nord, da non perdere assolutamente, c’è Cala Domestica, una piccola baia con un mare che sembra finto tanta è la sua perfezione.

 

Altre spiagge sarde

Tra le spiagge più belle dell’isola è doveroso ricordare anche La Pelosa di Stintino, La Cinta di San Teodoro (Olbia-Tempio), Cala Goloritzé e Cala Mariolu di Baunei (Ogliastra). Così come non si può fare a meno di citare le spiagge dell’Arcipelago de La Maddalena, che dovrebbero essere visitate tutte. Noi segnaliamo solo la più nota: la Spiaggia Rosa che si trova nella parte sud-est dell’isola di Budelli. Famosa per la sua sabbia rosa corallino, ed è proprio questo colore, unito alla trasparenza del mare, a rendere questa spiaggia meravigliosamente unica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *